WTKA OPEN WORLD CHAMPIONCHIP ottobre 2017

Scritto il: novembre 2, 2017 alle 8:28 am

Siamo stati protagonisti nei giorni 27/28/29 ottobre, di uno dei più grandi eventi mondiali di arti marziali che si svolge in Italia, nella bella cittadina di Marina di Carrara dove il mare e le montagne offrono suggestivi panorami.

Dopo le faticose operazioni di peso, e un’allenamento in spiaggia, i nostri ragazzi la sera di venerdì vanno a letto pronti per le battaglie che li vedranno protagonisti il giorno seguente.
Non ricordando esattamente l’ordine cronologico dei match li metterò in ordine come da foto sotto…
Andrea Fabiani incrocia i guanti con un’ottimo atleta della compagine Ucraina, atleta esperto che proviene dal pieno contatto, il nostro ragazzo come suo solito non si lascia intimorire ed anzi cerca scambi di boxe che non sortiscono l’effetto sperato in fase di score; nella seconda ripresa accenna un’ottima scherma di gambe che sembra fruttare di più ma di tanto in tanto si ributta a fare Cazzotti e l’avversario ne approfitta per fare punti con i lowkick. Match tirato ma il verdetto alla fine premia il nostro avversario.
Andrea Conforti al primo match incontra un’armadietto polacco, al quale diamo circa 15 cm di altezza, e il nostro ragazzo fa il lavoro giusto tenendo sempre a distanza l’avversario per entrambe le riprese e portando a casa un’ottima è meritata vittoria; da qui approda in finale dove paga un po’ di inesperienza contro un’ottimo avversario francese che conquista l’oro, Peccato un po’ di convinzione e avremmo potuto giocarcela alla pari.
Federico Mesiti approda direttamente in finale contro un buon atleta italiano, mette a frutto tutte le sue qualità migliori unite ad una determinazione che lo porta sul gradino più alto del podio.
Peccato un piccolo calo nella prima parte della seconda ripresa, altrimenti sarebbe stata una prestazione perfetta, ma per avere appena 18 anni possiamo solo complimentarci con Federico!
Flavio Ventricini sale con un deficit di peso di quasi 9 kg contro un forte iraniano che combatte ko ma che in modo truffaldino si trova nella nostra categoria, ma Flavio non si lascia intimidire a costo di trasformare quel tatami nella gabbia dell’UFC a fine serata (sangue ovunque e non solo il nostro), va avanti fino all’extra round dove i giudici danno la vittoria all’iraniano.
Il giorno successivo il nostro avversario verrà squalificato e a noi assegnata la vittoria del giorno prima, sale sul podio il Nostro Flavio senza aver potuto competere per l’oro a causa di un brutto taglio per il quale gli verrà applicato un punto di sutura.
DavideCorinne Sellari Micucci sale sul tatami contro un’ostico avversario Ucraino (forse tra i più tecnici), prova a svolgere il lavoro che gli viene chiesto dall’angolo e a momenti alterni sembra potersela giocare, paga l’inesperienza che lo porta ad essere passivo in alcuni frangenti ma il potenziale c’è e siamo sicuri che verrà fuori, il verdetto ci vede sconfitti giustamente ma farà tesoro di questa esperienza!
Gabriele Ciaffaroni il nostro alfiere influenzato sale sul ring imbottito di medicine dai giorni precedenti e con uno stato fisico appena sufficiente, incontra l’ennesimo duro Ucraino che combatte contatto pieno, nonostante tutto a sprazzi tira fuori la sua velocità e mette in difficoltà l’avversario che resta comunque più continuo nel lavoro e porta a casa meritatamente la vittoria, peccato perché Gabbo in forma se la sarebbe giocata alla pari.
Vorrei ringraziare di cuore i Maestri che hanno preparato i ragazzi per i match e il M Riccardo Giustiniani senza il quale sarei stato in difficoltà nel seguire tutti i ragazzi e per i suoi preziosi consigli.

Faccio i complimenti a tutti i ragazzi intervenuti per lo spirito con il quale si sono messi in gioco in un torneo internazionale così importante.

K1