Muay Thai

muay-thai-fight-2519626-480x320La Muay Thai la millenaria arte marziale siamese è un’antica disciplina thailandese utilizzata in guerra dai soldati qualora perdessero le armi.
Le caratteristiche di questa disciplina sono i suoi colpi che vengono inferti utilizzando quasi tutti gli arti del corpo: mani, gomiti, ginocchia, tibie, piedi “l’arte delle otto armi” o “la scienza degli otto arti”.
Anche se apparentemente somiglia alla Kickboxing, la Muay Thai è profondamente diversa. Non solo per gli arti impiegati per combattere, ma anche nel modo di colpire.
Il combattente di Thai è un atleta preparato su tutte le distanze del combattimento, forgiato e temprato nel fisico e nello spirito (sono previste anche fasi di clinch).
Una leggenda popolare, racconta che Nai Khanom Thom, principe ereditiero del regno del Siam (attuale Thailandia), fu fatto prigioniero dai birmani, si guadagnò la libertà impressionando il re birmano, battendo a mani nude 10 tra i guerrieri birmani più forti.
Alcuni sostengono che egli abbia vinto, oltre la sua libertà, anche quella di tutti i prigionieri che erano con lui.
In ogni caso, per chi pratica la Muay Thai, è importante capire che la figura di Nai Khanom Thom rappresenta lo spirito del combattente,
del Nak Muay: colui che non si arrende davanti alle avversità e che con coraggio e determinazione domina gli eventi.

K1